Bill Gates: bio del fondatore di Microsoft

0
732
Bill Gates
DFID - UK Department for International Development, CC BY 2.0 , via Wikimedia Commons

Bill Gates: biografia dell’imprenditore americano, fondatore di Microsoft nel post a cura di Portale Tecnologia

Chi è Bill Gates?

Bill Gates è un imprenditore e filantropo americano, che insieme al suo socio Paul Allen, hanno fondato e costruito la più grande azienda di software del mondo, Microsoft.

Dal 1987 a oggi, Bill Gates è uno degli uomini più ricchi del mondo.

Nel febbraio 2014, Gates ha annunciato che si sarebbe dimesso dalla carica di presidente di Microsoft per concentrarsi sul lavoro di beneficenza presso la sua fondazione, la Bill and Melinda Gates Foundation.

Scopriamo qui tutti i principali step della vita di Bill Gates, uno degli uomini più ricchi al mondo!

Primi anni di vita

William Henry Gates III è nato il 28 ottobre 1955 a Seattle, Washington. Gates è cresciuto in una famiglia della classe medio-alta con due sorelle Kristianne e Libby.

Gates si iscrisse all’Università di Harvard nell’autunno del 1973, inizialmente pensando a una carriera in Giurisprudenza. Due anni dopo abbandonò l’università per dedicarsi completamente a Microsoft, con il socio Paul Allen.

Incontro e collaborazione con Paul Allen

Gates ha incontrato Allen, che aveva due anni più di lui, al liceo alla Lakeside School.

I due divennero subito amici, legati dall’interesse per i computer, anche se erano persone molto diverse. Allen era più riservato e timido. Gates era esuberante e a volte combattivo.

Nel 1970, all’età di 15 anni, Gates e Allen entrarono in affari insieme, sviluppando “Traf-o-Data”, un programma per computer che monitorava i modelli di traffico a Seattle. Hanno incassato $ 20.000 per i loro sforzi. Gates e Allen volevano avviare la propria azienda, ma i genitori di Gates volevano che finisse la scuola e andasse all’università per diventare un avvocato.

Allen è andato alla Washington State University, mentre Gates è andato ad Harvard, anche se i due sono rimasti in contatto. Dopo aver frequentato il college per due anni, Allen lasciò gli studi e si trasferì a Boston, Massachusetts, per lavorare per Honeywell. In questo periodo, mostrò a Gates un’edizione della rivista Popular Electronics contenente un articolo sul kit del mini computer Altair 8800. Entrambi i giovani erano affascinati dalle possibilità di ciò che questo computer poteva creare nel mondo del personal computer.

L’Altair fu realizzato da una piccola azienda di Albuquerque, New Mexico, chiamata Micro Instrumentation and Telemetry Systems (MITS). Gates e Allen contattarono l’azienda, affermando che stavano lavorando a un programma software BASIC per il computer Altair. In realtà, non avevano un Altair con cui lavorare o il codice necessario, ma volevano sapere se MITS era interessato a qualcuno che sviluppasse tale software.

L’azienda era infatti interessata, e il suo presidente, Ed Roberts, chiese ai ragazzi una dimostrazione. Gates e Allen si affrettarono, trascorrendo i due mesi successivi a scrivere il software BASIC nel laboratorio informatico di Harvard. Allen si è recato ad Albuquerque per un test al MITS, senza averlo mai provato su un computer Altair. Funzionò perfettamente. Allen fu assunto al MITS e presto Gates lasciò Harvard per lavorare con lui. Insieme hanno fondato Microsoft.

Allen rimase con Microsoft fino al 1983, quando gli fu diagnosticata la malattia di Hodgkin. Anche se il suo cancro è andato in remissione un anno dopo con un trattamento intensivo, Allen diede comunque le dimissioni dalla compagnia.

La fondazione di Microsoft

Nel 1975, Gates e Allen hanno formato Micro-Soft, una miscela di “microcomputer” e “software” (hanno abbandonato il trattino dopo un anno circa).

Il primo prodotto dell’azienda era un software BASIC che girava sul computer Altair.

All’inizio non tutto andò bene. Sebbene il programma software BASIC di Microsoft per il computer Altair pagasse all’azienda una commissione e dei diritti d’autore, non ne soddisfaceva le spese generali. Secondo il resoconto successivo di Gates, solo il 10% circa delle persone che utilizzavano BASIC nel computer Altair aveva effettivamente pagato per questo.

Il software BASIC di Microsoft era popolare tra gli appassionati di computer, che ne ottenevano copie pirata, le riproducevano e le distribuivano gratuitamente. A quel tempo, molti appassionati di personal computer sentivano che la facilità di riproduzione e distribuzione consentiva loro di condividere il software con amici e colleghi appassionati di computer. Gates la pensava diversamente. Vedeva la distribuzione gratuita di software come un furto, specialmente quando riguardava software creato per essere venduto.

Nel febbraio 1976, Gates scrisse una lettera aperta agli appassionati di computer, dicendo che continuare la distribuzione e l’uso del software senza pagare “impedirebbe la scrittura di un buon software”. In sostanza, i software pirata scoraggerebbero gli sviluppatori dall’investire tempo e denaro nella creazione di software di qualità. La lettera era impopolare tra gli appassionati di computer, ma Bill Gates si mantenne nelle sue convinzioni.

Gates ha avuto un rapporto aspro con il presidente del MITS Ed Roberts. Bill Gates si è scontrato con Roberts sullo sviluppo del software e sulla direzione dell’azienda. Roberts considerava Gates viziato e odioso.

Nel 1977, Roberts vendette il MITS a un’altra società di computer e tornò in Georgia per entrare in una scuola di medicina e diventare un medico.

Gates e Allen erano così da soli. La coppia ha dovuto citare in giudizio il nuovo proprietario del MITS per mantenere i diritti sul software che avevano sviluppato per Altair.

Microsoft ha scritto nel frattempo software in diversi formati per altre società di computer e, all’inizio del 1979, Gates ha trasferito le operazioni dell’azienda a Bellevue, Washington, appena a est di Seattle.

Bill Gates fu felice di essere di nuovo a casa nel Pacifico nord-occidentale e si dedicò al suo lavoro. Tutti i 25 dipendenti della giovane azienda avevano ampie responsabilità sui progetti, sul sviluppo del prodotto, sul sviluppo aziendale e sul marketing.

Nel 1979 Microsoft incassò circa $ 2,5 milioni. All’età di 23 anni, Bill Gates si pose a capo dell’azienda.

Con il suo acume per lo sviluppo del software e un acuto senso degli affari, ha guidato l’azienda e ha lavorato come portavoce. Bill ha esaminato personalmente ogni riga di codice fornita dall’azienda, spesso riscrivendo il codice personalmente quando lo riteneva necessario.

Microsoft e IBM

Con la crescita dell’industria dei computer, con aziende tra cui Apple, Intel e IBM che sviluppavano hardware e componenti, Bill Gates era continuamente in viaggio per promuovere i vantaggi di Microsoft. Portava spesso con sé sua madre Mary, ben collegata con la sua appartenenza a diversi consigli di amministrazione, tra cui IBM.

Fu proprio grazie a sua madre che Gates incontrò il CEO di IBM.

Nel novembre 1980, l’IBM stava cercando un software che potesse far funzionare il suo prossimo personal computer (PC) e si avvicinò a Microsoft. La leggenda narra che al primo incontro con Gates qualcuno in IBM lo abbia scambiato per un assistente d’ufficio e gli abbia chiesto di servire il caffè.

Gates sembrava molto giovane, ma ha subito impressionato IBM, convincendoli che lui e la sua azienda potevano soddisfare le loro esigenze. L’unico problema era che Microsoft non aveva sviluppato il sistema operativo di base che avrebbe eseguito i nuovi computer di IBM.

Per non essere fermato, Bill ha acquistato un sistema operativo sviluppato per funzionare su computer simili al PC di IBM. Fece un accordo con lo sviluppatore del software, rendendo Microsoft l’agente esclusivo per le licenze e in seguito il proprietario completo del software, ma senza informarli dell’accordo con IBM.

La società ha successivamente citato in giudizio Microsoft e Gates per aver nascosto informazioni importanti. Microsoft ha stabilito in via extragiudiziale un importo non divulgato, ma né Gates né Microsoft hanno mai ammesso alcun illecito.

Gates ha dovuto adattare il software appena acquistato affinché funzionasse per il PC IBM. Lo ha consegnato per una tariffa di $ 50.000, lo stesso prezzo che aveva pagato per il software nella sua forma originale. IBM voleva acquistare il codice sorgente, che avrebbe fornito loro le informazioni al sistema operativo. Gates rifiutò, proponendo invece che IBM pagasse una tariffa di licenza per le copie del software vendute con i loro computer.

Ciò consentiva a Microsoft di concedere in licenza il software che chiamavano MS-DOS a qualsiasi altro produttore di PC, se altre società di computer avessero clonato il PC IBM, cosa che accadde presto. Microsoft ha anche rilasciato un software chiamato Softcard, che ha permesso a Microsoft BASIC di funzionare su macchine Apple II.

In seguito allo sviluppo del software per IBM, tra il 1979 e il 1981, la crescita di Microsoft è esplosa. Il personale è aumentato da 25 a 128 e le entrate sono aumentate da $ 2,5 milioni a $ 16 milioni. A metà del 1981, Gates e Allen incorporarono Microsoft e Gates fu nominato presidente del consiglio di amministrazione. Allen è stato nominato vicepresidente esecutivo.

Nel 1983, Microsoft stava diventando globale con uffici in Gran Bretagna e Giappone. Si stima che circa il 30% dei computer del mondo funzionasse con il suo software.

Microsoft e Apple

Microsoft e Apple inizialmente hanno condiviso molte delle loro prime innovazioni.

Nel 1981, Apple, all’epoca guidata da Steve Jobs, invitò Microsoft a collaborare allo sviluppo di software per computer Macintosh. Alcuni sviluppatori sono stati coinvolti sia nello sviluppo Microsoft che nello sviluppo di applicazioni Microsoft per Macintosh.

È stato attraverso questa condivisione delle conoscenze che Microsoft ha sviluppato Windows, un sistema che utilizzava un mouse per guidare un’interfaccia grafica, visualizzando testo e immagini sullo schermo. Ciò differiva notevolmente dal sistema MS-DOS basato su testo e tastiera, in cui tutta la formattazione del testo veniva visualizzata sullo schermo come codice e non come sarebbe stato effettivamente stampato.

Gates ha subito riconosciuto la minaccia che questo tipo di software potesse rappresentare per MS-DOS e Microsoft in generale. Le immagini grafiche del software VisiCorp concorrente utilizzato in un sistema Macintosh sarebbero state molto più facili da usare dalle persone comuni che non masticano il linguaggio di programmazione.

Bill Gates ha annunciato così in una campagna pubblicitaria che stava per essere sviluppato un nuovo sistema operativo Microsoft che avrebbe utilizzato un’interfaccia grafica. Doveva essere chiamato “Windows” e sarebbe stato compatibile con tutti i prodotti software per PC sviluppati sul sistema MS-DOS. L’annuncio era un bluff, in quanto Microsoft non aveva un programma del genere in fase di sviluppo.

Questa mossa è stata geniale in quanto quasi il 30% del mercato dei computer utilizzava il sistema MS-DOS e attendeva il software Windows invece di passare a un nuovo sistema. Senza persone disposte a cambiare formato, gli sviluppatori di software non erano disposti a scrivere programmi per il sistema VisiCorp e all’inizio del 1985 questo perse slancio.

Nel novembre 1985, quasi due anni dopo il suo annuncio, Gates e Microsoft lanciarono Windows. Visivamente il sistema Windows sembrava molto simile al sistema Macintosh che Apple aveva introdotto quasi due anni prima.

Apple aveva precedentemente concesso a Microsoft pieno accesso alla sua tecnologia mentre stava lavorando per rendere i prodotti Microsoft compatibili per i computer Apple. Gates aveva consigliato ad Apple di concedere in licenza il software, ma il brand ignorò il consiglio, essendo più interessato alla vendita di computer.

Ancora una volta, Gates ha sfruttato appieno la situazione e ha creato un formato software sorprendentemente simile al Macintosh. Apple ha minacciato di citare in giudizio e Microsoft ha reagito, dicendo che avrebbe ritardato la spedizione del suo software compatibile con Microsoft per gli utenti Macintosh.

Alla fine, Microsoft ha avuto la meglio in tribunale dimostrando che mentre c’erano somiglianze nel modo in cui i due sistemi software operavano, ogni singola funzione era nettamente diversa.

Microsoft Office e accuse di concorrenza sleale

Al di fuori dell’azienda, l’imprenditore americano si stava guadagnando la reputazione di concorrente spietato. Diverse società tecnologiche, guidate da IBM, iniziarono a sviluppare il proprio sistema operativo, chiamato OS / 2, per sostituire MS-DOS. Piuttosto che cedere alla pressione, Gates è andato avanti con il software Windows, migliorandone il funzionamento e ampliandone gli usi.

Nel 1989, Microsoft ha introdotto Microsoft Office, che raggruppa le applicazioni per la produttività dell’ufficio come Microsoft Word ed Excel in un unico sistema compatibile con tutti i prodotti Microsoft.

Le applicazioni non erano così facilmente compatibili con OS/2. La nuova versione di Windows di Microsoft ha venduto 100.000 copie in sole due settimane e OS/2 è presto svanito. Ciò ha lasciato a Microsoft un monopolio virtuale sui sistemi operativi per PC. Ben presto, nel corso degli anni ’90, la Federal Trade Commission iniziò a indagare su Microsoft per pratiche di concorrenza sleale.

A un certo punto, Microsoft ha dovuto affrontare una possibile rottura delle sue due divisioni: sistemi operativi e sviluppo software. Microsoft si è difesa, richiamando le precedenti battaglie di Gates con la pirateria del software e proclamando che tali restrizioni erano una minaccia per l’innovazione. Alla fine, Microsoft è riuscita a trovare un accordo con il governo federale per evitare una rottura.

Dimissioni da Microsoft

Nel 2000, Gates si è dimesso dalle operazioni quotidiane di Microsoft, affidando il lavoro di CEO all’amico del college Steve Ballmer, che era stato con Microsoft fin dal 1980.

Bill Gates si è dichiarato capo architetto del software in modo da potersi concentrare su quello che era per lui il lato più appassionante del business, sebbene rimase presidente del consiglio amministrativo.

Nel 2006, Gates ha annunciato che stava passando dal lavoro a tempo pieno in Microsoft a tempo parziale per dedicare più tempo di qualità alla sua fondazione. Il suo ultimo giorno intero in Microsoft è stato il 27 giugno 2008.

Nel febbraio 2014, Gates si è dimesso da presidente di Microsoft per passare a una nuova posizione come consulente tecnologico. Il CEO di lunga data di Microsoft Steve Ballmer è stato sostituito da Satya Nadella.

Bill Gates: vita privata

Nel 1987, Bill Gates conobbe la giovane ventitreenne Melinda French, product manager di Microsoft. Il 1  gennaio 1994, Melinda e Gates si sono sposati alle Hawaii.

A pochi mesi dal matrimonio morì la madre di Bill Gates per un cancro al seno e nel 1995 la coppia decide di prendersi una pausa per viaggiare e avere una nuova prospettiva sulla vita e sul mondo. Nel 1996 è nacque la loro prima figlia, Jennifer. E successivamente nacquero il figlio Rory (1999) e la figlia Phoebe (2002).

Nel 2005 è stato nominato Cavaliere Onorario con il titolo di Cavaliere Comandante dell’Ordine dell’Impero Britannico, conferito dalla Regina Elisabetta II.

Bill Gates: l’uomo più ricco del mondo

Nel marzo 1986, Gates ha quotato in borsa Microsoft con un’offerta iniziale (IPO) di $ 21 per azione, rendendolo milionario all’età di 31 anni. Bill Gates deteneva il 45% dei 24,7 milioni di azioni della società, rendendo la sua quota in quel momento di $ 234 milioni sui $ 520 milioni di Microsoft.

L’anno successivo, Gates è diventato un miliardario quando il titolo ha raggiunto i 90,75 dollari per azione. Da allora, Gates è stato in cima, o almeno vicino, dell’elenco annuale di Forbes delle 400 persone più ricche d’America e del mondo.

Bill Gates il filantropo

Nel 1994, Bill e Melinda fondarono la William Henry Gates Foundation, che si dedicava a sostenere l’istruzione, la salute mondiale e gli investimenti nelle comunità a basso reddito di tutto il mondo. L’organizzazione affronta anche questioni interne al suolo americano, come aiutare gli studenti negli Stati Uniti a diventare pronti per il college.

Con l’influenza di Melinda, Bill si era interessato a diventare un leader civico sulle orme di sua madre, studiando il lavoro filantropico dei titani industriali americani Andrew Carnegie e John D. Rockefeller. Si rese conto che aveva l’obbligo di dare una parte della sua ricchezza in beneficenza.

Nel 2000, la coppia ha unito diverse fondazioni familiari e ha dato un contributo di 28 miliardi di dollari per formare la Bill & Melinda Gates Foundation.

Da quando si dimise da Microsoft, Gates dedica gran parte del suo tempo e delle sue energie al lavoro nella Bill & Melinda Gates Foundation. Gates ha anche dimostrato di essere anche un datore di lavoro rivoluzionario quando la fondazione ha annunciato che avrebbe concesso ai suoi dipendenti un anno di ferie retribuite dopo la nascita o l’adozione di un bambino.

Nel 2017, la fondazione ha lanciato il primo di quello che sarebbe diventato il suo report annuale “Goalkeepers”, un esame dei progressi compiuti in diverse importanti aree legate alla salute pubblica, tra cui la mortalità infantile, la malnutrizione e l’HIV.

All’epoca, Bill Gates identificava le malattie infettive e croniche come i due maggiori problemi della salute pubblica che dovevano essere affrontati nel prossimo decennio.

Nel novembre del 2017 ha rivelato che stava investendo $ 50 milioni del proprio patrimonio personale nel Dementia Discovery Fund e che avrebbe seguito con altri 50 milioni di dollari verso iniziative di startup che lavoravano nella ricerca sull’Alzheimer.

Nell’aprile 2018, Gates ha annunciato che stava collaborando con il co-fondatore di Google, Larry Page, per fornire 12 milioni di dollari in finanziamenti per un vaccino antinfluenzale universale.

Dopo anni in cui ha avvertito che il mondo non era pronto per la prossima pandemia, purtroppo le sue previsioni sono diventate realtà con lo scoppio del coronavirus nel 2020.

A marzo, la Bill and Melinda Gates Foundation ha collaborato con Wellcome Trust e Mastercard per donare 125 milioni di dollari per gli sforzi per combattere l’epidemia e successivamente Gates ha rivelato che la sua fondazione era pronta a investire miliardi di dollari nella costruzione di fabbriche destinate allo sviluppo di un vaccino.

In conclusione

Bill Gates ha una storia di vita e di successo che ha alcuni punti in comune con Steve Jobs. Oltre al loro genio, ciò che contraddistingue questi grandi uomini e imprenditori è la resilienza, la capacità di andare avanti nonostante tutto per raggiungere il loro obiettivo.

Inoltre entrambi hanno creato delle aziende non con l’obiettivo di fare soldi ma di creare qualcosa che potesse impattare positivamente nel mondo e questo ha generato ricchezza anche nelle loro vite.